Devi capire che se non ho fatto niente tutto il giorno è perché non ho potuto proprio fare altro

No, non può nevicare adesso, avevano detto domenica! No, non è possibile, non sono pronta.
Ieri si stava ancora bene, oggi fa così freddo che se apri il frigo quello te urla “Aoh, voi chiude o no, ché c’è corente?!”, non credo di potercela fare. C’è stata tipo una bufera di nevischio intorno alle quattro. Non ero preparata, non avevo nemmeno l’ombrello. E indossavo roba primaverile. Boh. Ieri il mio abbigliamento era adeguato, oggi non più. Non me ne capacito.
Comunque sono tre giorni che ho voglia di scrivere, ma l’ispirazione mi viene sempre quando sto facendo qualcosa che mi impedisce anche solo di prendere appunti. Mentre faccio la doccia o guido la macchina nell’onda verde o parlo con qualcuno o sto a lezione o dormo, ad esempio, sono un vulcano di pensieri e di idee. Poi mi siedo davanti al computer e puf!, tabula rasa. Siccome non è la prima volta in 72 ore che mi succede, ho deciso di scrivere cose a caso, perché quando senti il bisogno di scrivere a un certo punto lo devi fare e basta.
Per esempio, che Natale sarà senza il Torrone Zanzibar? Un Natale senza Zanzibar è come una Pasqua senza Kinder Gransorpresa, non potete capire. 
Poi vado da Auchan e vedo chilometri e chilometri di pandori, panettoni, cioccolatini, dolci di tutti i tipi, biscotti di ogni forma e dimensione, gente che compra qualunque cosa, che apre le confezioni prima ancora di arrivare alla cassa, vedo babbi natale e orsetti di cioccolata che mi fissano e mi dicono “Mangiami, mangiami!” mentre mi giro dall’altra parte e riempio il carrello di triste fondente al 70% e deprimenti merendine senza lattosio, senza glutine, senza grassi, senza colesterolo, senza zuccheri aggiunti, senza uova, senza soia, che non si sa come facciano a costare così tanto se sono senza niente.
Davvero, non è mica uno scherzo. Pensavo che non mi sarebbe mai accaduto, visto che il mio unico interesse è stare bene, eppure inizio ad accusare anch’io questa dieta di privazioni. Perché quando dico che non tocco niente che contenga lattosio, mica parlo a vanvera. Sto attenta che più attenta non si può. Non ho alternative. Sono mesi, ormai, che non mangio una caramella. Cioccolata al latte (OVVIAMENTE la mia preferita), addio. Formaggi, vade retro. La carne di manzo non so più che sapore abbia. I gelati, vabbe’, per fortuna si muore di freddo. Cibi precotti e preconfezionati, manco a parlarne. I prodotti delattosati sono una presa per il culo. Così, tanto per fare qualche piccolo esempio. Cioè, è faticoso. Fare la spesa era già una palla prima, figuriamoci adesso. Se prima ci impiegavo due ore, mo’ ce ne metto sette. Leggo qualunque etichetta, non mi posso fidare di niente e di nessuno e non sono più andata al ristorante.
Ecco, adesso ne approfitto per dire una cosa (premettendo che comunque nessuno mi invita più, ormai, perché cucinare per me è pressoché impossibile): non prendetela sul personale se rifiuto il vostro cibo, è che proprio non posso, NON POSSO fidarmi, per quanto mi assicuriate che avete evitato qualunque fonte di lattosio, perché è una capacità, questa, che si sviluppa col tempo, con l’esperienza e per prove ed errori. Io l’ho acquisita dopo cinque mesi di colazioni, pranzi, cene e spuntini, mica così, da un giorno all’altro. Vuol dire 750 pasti. Cioè, voi dovreste invitarmi a cena ogni giorno per oltre 2 anni per imparare a non farmi del male col cibo. Quindi non vi stranite se vi dico di non preoccuparvi, di non cucinare per me. Io vengo per stare con voi, non per mangiare. Il rischio è troppo alto, non me lo posso permettere.
Comunque la mia vita mondana si è ridotta a zero perché tutto gira intorno al cibo. Qui in Lussemburgo, poi, non ne parliamo proprio: non c’è vita sociale tra un pasto e l’altro, non è proprio contemplata, quindi niente, m’attacco al tram.
Poi che altro? La scuola di lingua mi annoia. Mi annoia anche chi mi chiede “Come va la scuola?”. Ho superato i trent’anni, è una domanda che non si può sentire. E’ vero che gli esami non finiscono mai, ma la scuola dovrebbe essere finita da un pezzo. Vabbe’.
Sì, lo so che un paio di post fa apparivo entusiasta dell’INL, ma ora non lo sono più. Magari domani lo sarò di nuovo, chi può dirlo? Sono fatta così.
E se mi domandate “Come ti trovi in Lux?” non vi potrò rispondere, perché ieri mi trovavo bene e oggi mi trovo male, quindi non me lo chiedete proprio che famo prima.
“Ma chi te lo chiede? Ma chi te se fila?”, direte voi. Piuttosto vi starete domandando che c’azzecca il titolo del post con il suo contenuto. Niente. Sono scollegati. Come quello che ho scritto. Come le aree del mio cervello, oggi.
Succede…

 

17 pensieri su “Devi capire che se non ho fatto niente tutto il giorno è perché non ho potuto proprio fare altro

  1. Come ti capisco!
    Co’ sto freddo voglia di andare al corso di francese saltami addosso.
    E ieri, che ero pure in macchina, per andare alla lezione d’inglese, mi sono raffreddata.
    Uff… vado a prepararmi se no faccio tardi!
    Cià :)

  2. Ciao Valentina! Io col caldo, col freddo, in macchina, in autobus, non ho mai voglia di andare a lezione. Però alla fine, anche se mi annoio tanto, qualcosa imparo sempre e ne esco rinvigorita e soddisfatta. Funziona così. ;)

  3. Sicuramente andare a magna’ è il modo migliore per socializzare a Lussemburgo e ovunque direi. Poi c’è l’aperitivo e lo sfondarsi di alcool fino a notte fonda al Companero…..
    Il centro di lingua (al quale oggi io ho dato buca!) è un posto che si ama e si odia allo stesso tempo. Mercoledi’ scorso riflettevo sul fatto che la mia vita sarebbe stata molto piu’ semplice se avessi studiato le lingue da piccolo e non da adulto. Mi sarei risparmiato una fatica e una sofferenza enormi!ma ci sono poi giorni in cui si raccolgono i frutti dell’orticello nel quale uno si è spezzato la schiena, e allora si è contenti. :-)
    In lux qualcosina da fare c’è (non sempre eh) questo weekend ad esempio:
    http://delano.lu/ten_things_to_do/27-nov-4-dec?thing=1
    http://www.mnha.public.lu/actualite/agenda/2012/11/Kamigata/index.html

  4. Oh sì, Max, conosco bene il Bazar Internazionale, penso di farci un salto, solo che… ci sarà un bordello di gente! Il Bazar è un evento e il Lux è già pronto a riversarsi in massa nei padiglioni della Fiera, il che non è che sia poi così allettante. Eh, lo so, voglio la botte piena e la moglie ubriaca…
    Sennò, per gli amanti dei Lego, ci sarà questa piccola esposizione, dove sicuramente non andrà nessuno: https://www.mywort.lu/bertrange/agenda-exhibitions/25712902.html?referrer=ic_municipality_dippach

  5. Eh lo so che ci sono i lego ma non credo di riuscire a convincere la mia ragazza a portarmici….chissà magari se mi comporto bene e faccio i compiti…:-)

  6. Perché, secondo te io ci vado di mia spontanea volontà? E’ Daniele che mi costringe! Facciamo che ti do il suo numero così ci andate insieme? :-D

  7. Se quando sei li’ vedi un italiano che guarda con aria ammirata e gli occhi lucidi i lego, bhé potrei essere io….

  8. onestamente, io sono stata a dir poco maniacale nel mangiare quando da intollerante ero diventata allergica alle proteine del latte, lì si che era orribile! Ora che è rientrata e ho “solo” un’intolleranza al lattosio mi concedo quasi tutto. Latte e latticini frechi li evito ma altri formaggi me li mangio con gusto. Ecco, io consiglio una dieta depurativa al 100%, quella che stai facendo per intenderci, per un pò, poi, come mi han detto vari dottori, di riavvicinarti poco alla volta ai latticini per aiutar il corpo ad assorbirli. In bocca al lupo!

  9. io sono in lussemburgo e mi annoio a morte, non c’è vita sociale, non c’è gente allegra, sono tutti annoiati qui…..mi sa che l’unica alternativa è drogarsi!!
    :-)

  10. Io invece mi sto divertendo, sto conoscendo gente simpatica e sono “musicalmente” soddisfatta dall’offerta lussemburghese (praticamente vivo all’Exit07/Carrè Rotondes).
    Di locali carini in cui andare a bere qualcosa con gli amici ce ne sono diversi, al momento credo che il più divertente sia lo Steiler (rue Large).
    Se vi va, potete dare un’occhiata agli eventi che pubblico ogni settimana su Italiansinlux http://www.italiansinlux.com/gruppi/lux-by-night/ magari trovate qualche spunto per le vostre serate.
    Ciao ciao :)
    P.S. Isa, torna, sto blog ‘spetta a te!!!! :D
    P.P.S. Scusa se mi permetto di linkare a un altro sito, ma spero vi possa tornare utile.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>