Dar Notaro di fronte a Skype

A Luxembourg City, in Rue de la Tour Jacob, c’è un ristorante italiano molto famoso e piuttosto costoso che si chiama Notaro. Il nome del locale deriva dal cognome del suo proprietario e non dalla professione che svolgeva in Italia, come invece avevo immaginato io sentendo ripetere più volte “siamo andati dal Notaro”, che in bocca a un romano diventa facilmente “dar Notaro”. Sfiderei chiunque a non fantasticare su un notaio de Roma che per qualche misteriosa ragione ha mollato tutto per aprire un ristorante a Lussemburgo. In realtà non ho idea della città di provenienza del gestore e per quanto ne so io potrebbe aver fatto davvero il notaio nella sua vita precedente. Certo è che si chiama Mario Notaroberto e ha condiviso metà del suo cognome con il proprio locale. Forse io avrei scelto l’altra metà (Berto o Roberto), perché Mario er Notaro fa troppo Cencio la Parolaccia e si scontra con l’ubicazione, il menu e l’eleganza dell’ambiente interno.

Oltre al proprietario, sono italiani e parlano italiano anche i camerieri e i cuochi (credo). Inoltre, la clientela è in parte italiana e la sensazione che si ha entrando nel locale è di essere stati catapultati in Italia, in un rinomato ristorante di un centro città che attira avventori da tutto il mondo. I lussemburghesi sembrano gli stranieri e gli italiani gli abitanti del luogo.

Possono entrare anche i cani, il che è un ulteriore punto a favore. Purtroppo, però, tra le loro proposte culinarie c’è l’astice, che è il mio animale sacro, e questo non è bello.

Di fronte al locale scorre un fiume (sarà l’Alzette o la Pétrusse?) e a dominarne la sponda c’è niente po’ po’ di meno che… la sede legale di Skype. L’edificio, anche se basso, è molto american style: vetrate, vetrate e ancora vetrate, ambienti open space e posizione centrale e estremamente suggestiva. Per rendere omaggio all’azienda che mi fornirà lo strumento principale per comunicare vocalmente con l’Italia, ho deciso di scattare qualche foto.

Sede legale di Skype

Sede legale di Skype

Sede legale di Skype

Purtroppo le immagini sono un po’ buie perché era sera.

Accanto all’edificio c’è una via che ospita alcuni pub frequentati da lussemburghesi. Nonostante fosse mercoledì c’era parecchia gente. E’ pur vero che se i lussemburghesi vanno a rimorchiare in una strada lunga 200 metri possono anche renderla affollata. Tra l’altro alcuni locali erano chiusi. La gente per lo più stava fuori a sorseggiare drink e chiacchierare approfittando della temperatura mite (al momento ci sono circa 10 gradi in meno rispetto a Roma), ma comunque molti erano più coperti di me. Forse è per questo che mi sono beccata il raffreddore.

E infatti adesso sto a 30 e passa gradi con la tosse, il fazzoletto sempre in mano e un mal di testa galoppante. Dovrei iniziare a inscatolare la roba per il trasloco ma non mi va. Dovrei mettere un po’ in ordine perché c’è un gran casino ma non mi va. Dovrei stendere il bucato ma non mi va (chi ha il coraggio di uscire in terrazza sotto il sole?). Dovrei iniziare a studiare francese ma non mi va. Dovrei rivedere la tesi di laurea ma non mi va. Dovrei fare un sacco di altre cose ma, inutile dirlo, non mi va.

L’unica cosa che mi va di fare è starnutire e soffiarmi il naso, quindi etciù a tutti e buona serata.

 

3 pensieri su “Dar Notaro di fronte a Skype

  1. In effetti il mercoledì è il giorno classico di uscita tra i “giovani lavoratori” … mi fa sempre strana ‘sta cosa che spesso gli italiani appena approdati qui (ho due amici sardi arrivati lo scorso inverno) si integrano quasi sempre meglio di me all’ambiente… nel senso che di solito conoscono molto più di me i ristoranti, i bar, i “place to be” qui a lux.. io ci sto da 14 anni e a volte mi sento più straniera di chi è qui da pochissimo!!! :-D

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>